Link

Biblioteche e parchi educativi: la Colombia scommette sulla cultura

Partire dalla periferia per costruire un paese diverso. Così sono nate, sotto il coordinamento di Sergio Fajardo, le nuove biblioteche e i parchi educativi, una rete di piccoli centri pubblici di integrazione sociale.

leggi tutto

Citazione

“Perché dovrebbe essere gratis prendere in prestito i libri quando tutto il resto ha un prezzo?” “Proprio per questo”

“La cosa più folle era che era gratis. Cento per cento gratis. Non si doveva sborsare un soldo. Vi ho già detto che era gratis? Era un posto dove potevamo avere il nostro spazio senza bisogno di possedere niente. Entrare senza dover pagare l’ingresso. Accedere alle storie di altri senza dover svilire la nostra.

Era come un santuario, una pausa dal resto del mondo. Qui vigevano regole completamente diverse: rimborso garantito, nessun bisogno di scontrino, credito a vita. Guardati in giro, scegli tutte le storie che vuoi, prendile in prestito e provale: chiudi gli occhi e abbandonati, lascia perdere le origini, la lingua, l’orientamento sessuale, il tempo. L’unico limite al numero di storie è il budget dell’anno a venire per le biblioteche (che dovrebbe sempre sempre sempre essere aumentato).”

Jonas Hassen Khemiri, E’ la biblioteca il luogo più sacro (leggi tutto)

 

Link

Otto punti sulla biblioteca del domani

In varie parti d’Italia c’è già chi si interroga sulle sfide a cui dovrà rispondere la biblioteca del domani, anche in riferimento a specificità territoriali.

Così fanno le città di Melegnano, Carpiano e San Zenone con il progetto Ti faccio il filo.

A Melegnano, in particolare, hanno elaborato un “manifesto di idee” rispetto alle caratteristiche che dovrà avere la biblioteca nel futuro.

Leggi l’articolo

Link

Spazi permeabili tra lettura, gioco, arte

Quanto conta il modo in cui è progettato lo spazio della biblioteca nell’uso (o nell’abuso) che le persone ne fanno? Ci sono biblioteche che si inseriscono in un disegno in cui lettura, gioco, creatività, intrattenimento hanno la possibilità di combinarsi in equilibri variabili, andando incontro agli interessi degli utenti.

Spazi da vivere e da abitare in modo molteplice e aperto. La biblioteca Dokk1 di Aarhus (Danimarca) sembra uno di questi spazi…

Vedi le foto

Link

Antonella Agnoli e la biblioteca come “pronto soccorso culturale”

Antonella Agnoli è stata pioniera di una nuova idea di biblioteca pubblica e ha contribuito a progettare alcune delle più belle e innovative biblioteche italiane sorte negli ultimi anni.

Secondo lei la biblioteca, così come la scuola, è uno di quesi servizi fondamentali per costruire un paese democratico e dare la possibilità a tutti di avere non solo lo stesso accesso alle informazioni, ma anche la stessa competenza nell’accesso alle informazioni.

Lo leggiamo qui in un’intervista recente.

Leggi l’intervista